Elementi Navigazione

02/04/2021

2 aprile, Giornata Mondiale per la consapevolezza sull'Autismo. Una Radio come strumento di socialità ed integrazione, anche per l’autismo

Età diverse diversi bisogni.

Nel lavoro quotidiano con i disturbi dello spettro autistico (DSA) c’eravamo concentrati sugli interventi riabilitativi dei bambini in età prescolare e della scuola primaria. Ad un numero sempre crescente di diagnosi precoci, grazie anche alla maggiore competenze clinica acquisita negli anni da parte di tutti gli specialisti del settore, si aggiungeva un incremento del numero dei bambini che diventavano adolescenti pertanto nasceva la necessità di rispondere a nuovi bisogni.

La nostra ASL nel 2019 ha deliberato un Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA)  per i disturbi dello spettro autistico che prevede la formulazione di un progetto riabilitativo secondo le linee guida e le nuove conoscenze scientifiche e che coinvolge la famiglia, la scuola, i centri di riabilitazione ex articolo 26, i comuni e il terzo settore. Grazie a ciò è stato attribuito un budget annuale dedicato ai Percorsi Terapeutico Riabilitativi (PTRP) per i disturbi dello spettro dell’autismo nelle diverse fasce d’età.

I PTRP sono svolti in cogestione con cooperative private iscritte all’albo dei fornitori della ASL ROMA 6 e grazie ad essi nel 2019 abbiamo avviato con la cooperativa Sociale ELMA un percorso  focalizzato sull'utilizzo della radio web (Radio Ponte Radio) come strumento di socialità, rinforzo dell'autostima e della motivazione  alla comunicazione  delle emozioni e dei desideri.

E’ stato individuato un primo gruppo di ragazzi DSA ad alto funzionamento, le famiglie e i ragazzi hanno accolto con entusiasmo la proposta e da subito è nata una collaborazione reciproca anche tra i genitori. Si sono denominati i “Luminouse league” ed hanno stabilito un progetto comune che facesse emergere i punti di forza di ogni partecipante. Hanno potuto sperimentare la cooperazione, la gestione dei conflitti , la pianificazione, il problem solving e il vantaggio della flessibilità nel gruppo per raggiungere i propri obiettivi. Hanno affinato le competenze sociali attraverso il rispecchiamento nell’altro  in un contesto protetto dagli operatori  della cooperativa  che hanno favorito  il senso di appartenenza, stimolando i ragazzi a ricorrere a diverse modalità per esprimere  opinioni ed emozioni su temi di comune interesse.

La radio web infatti non è solo parola ma con il sistema dei social consente di utilizzare immagini, video e di creare musica  per raccontare il modo di vivere e sentire  le relazioni, connotando emotivamente le esperienze della vita quotidiana, riuscendo a volte a sdrammatizzare pensieri e preoccupazioni.

Oggi quei ragazzi sono divenuti amici e continuano ad incontrarsi in autonomia. L’esperienza della radio web si è ripetuta con altri gruppi di adolescenti. Nel periodo del lockdown lo strumento ha dato la possibilità ai membri del gruppo di rimanere in contatto e continuare le attività, superando il senso di solitudine, offrendo un contenitore  diverso dai contesti riabilitativi tradizionali in cui vivere una esperienza d'inclusione sociale personalizzata e protetta.