Elementi Navigazione

30/11/2020

Anche la ASL Roma 6 celebra la giornata mondiale contro l’AIDS

L’HIV colpisce le fasce più giovani e la consapevolezza arriva spesso con diagnosi tardive: la prevenzione resta l’unico strumento di lotta al virus

Numeri in calo in Italia ma con nuove diagnosi registrate nella fascia d’età che va dai 25 ai 29 anni. Età media quella dei 39 anni per le donne e 40 per gli uomini. Cambia anche la modalità di trasmissione: se infatti il maggior numero di contagi avveniva prima del 2019 per rapporti tra eterosessuali, secondo quanto rilevato dal Centro Operativo AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità, ad oggi, sulla stessa percentuale, pari al 42%, si attestano i contagi dovuti ai rapporti sessuali tra uomini. Inoltre il 60% delle persone alle quali è stato diagnosticato l’HIV nel 2019 erano già in fase avanzata di malattia. L’incidenza maschile è 4 volte superiore a quella femminile e l’84,5% dei contagi sono attribuibili a rapporti sessuali senza l’uso del preservativo.

L’HIV purtroppo non va in pensione, non ha un vaccino e continua a mietere vittime.

In Italia, nel 2019, le incidenze maggiori si sono registrate nel Lazio e in Lombardia. A essere maggiormente colpiti gli uomini, per l’80%. Il 10,4% di nuovi casi ogni 100.000 residenti riguardano persone che vanno dai 25 ai 29 anni mentre per il 9,8% ogni 100.000 residenti si tratta di persone tra i 30 e i 39 anni. Di seguito alcuni dati diffusi dal COA (Centro Operativo AIDS) dell’ISS (Istituto Superiore Sanità):

  • 2.531 nuove diagnosi da HIV nel 2019;
  • calano le nuove diagnosi tra gli stranieri;
  • è in crescita dal 2017 il trend di diagnosi tardive: nel 2019: 2/3 dei maschi eterosessuali e oltre la metà delle femmine con nuova diagnosi HIV erano già in fase avanzata di malattia;
  • un terzo delle persone con nuova diagnosi HIV nel 2019 scopre di essere positivo a causa della presenza di sintomi o patologie correlate all’infezione;
  • i decessi annuali in Italia si attestano intorno ai 500.

Possiamo fare di più.

 

Il 1° dicembre, in occasione della Giornata Mondiale contro l'AIDS, saranno organizzati alcuni eventi.

scopri di più:

Giornata mondiale contro l'AIDS - Salute Lazio