Elementi Navigazione

06/02/2020

La ASL Roma 6 anche quest’anno aderisce a “Cardiologie Aperte”

 

Il 15 febbraio appuntamento presso gli Ambulatori di Cardiologia dell’ospedale di Frascati e di Marino.

 

La ASL Roma 6 anche quest’anno aderisce a “Cardiologie Aperte”. Sabato 15 febbraio 2020 dalle 9.00 alle 13.00 gli ambulatori della Cardiologia dell’Ospedale di Frascati e Marino saranno aperti alla popolazione. I Cardiologi e gli Infermieri della UOC di Cardiologia, diretta dal dr. Giovanni Sarli, il Coordinatore infermieristico Mario Balzoni e gli studenti del Corso di Laurea di Infermieristica saranno a disposizione dei cittadini, per effettuare elettrocardiogramma gratuito, rilevazione della pressione arteriosa e per informazioni sulla prevenzione dell’obesità e dell’infarto. Saranno distribuiti opuscoli sulla dieta, l’esercizio fisico, gli effetti del fumo di sigaretta e del colesterolo alto sul cuore.

L’iniziativa rientra nel programma nazionale di Cardiologie Aperte che si terrà dall’8 al 16 febbraio 2020. Le malattie cardiovascolari infatti continuano ad essere la prima causa di morte in Italia e in moltissimi paesi del mondo. Per salvaguardare il nostro cuore è fondamentale la Prevenzione. La Fondazione per il tuo Cuore e l’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (ANMCO) sono impegnate per sensibilizzare la popolazione sulla prevenzione dei fattori di rischio cardiovascolare e della morte improvvisa e sull’importanza della ricerca scientifica in ambito cardiologico.

Puntare sulle iniziative di prevenzione è fondamentale per garantire adeguati e corretti interventi sanitari – commenta il Direttore Generale della ASL Roma 6, Narciso Mostarda Da anni i nostri professionisti sono in prima linea per trasmettere a tutti i cittadini quello che e deve essere il primo messaggio: per essere e rimanere in buona salute è bene effettuare controlli mirati e seguire i programmi di screening che a vario titolo sono offerti dal nostro sistema. Ringrazio tutti i nostri operatori e plaudo all’iniziativa della Fondazione e dell’Associazione e mi auguro che ogni anno il numero di cittadini che decidono di partecipare sia sempre in aumento”.