Elementi Navigazione

DISTRETTO H4 - POMEZIA

UOS Cure Intermedie (CAD)

 

AVVISO: Il CAD riceve solo su appuntamento telefonico

  • tel.: 06.9327.5260
    • dal lunedì al venerdì dalle ore 12.00 alle ore 13.00
  • e-mail: cure.intermedie.dh4@aslroma6.it 

 

INDIRIZZO

Distretto 4 Pomezia, via dei Castelli Romani, 2/P
 

Responsabile dott.ssa Emanuela Gargioli

Coordinatore: Francesca Matera

Servizio infermieristico - tel.: 06.9327.5260

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 12.00 alle ore 13.00

Servizio riabilitativo - tel: 06.9327.5255

  • martedì e giovedì dalle ore 12.00 alle ore 13.00

e-mail: cure.intermedie.dh4@aslroma6.it

Referente EX ART 26: dott.ssa Emanuela Gargioli tel. 06.9327.5260
 


PRESTAZIONI EROGATE

  • Autorizzazione al rinnovo ricovero in RSA, Hospice e Riabilitazione ex art 26, tramite Unità Valutativa
  • Valutazione e controllo dei piani assistenziali individuali nei pazienti in assistenza domiciliare e negli ospiti in RSA, Centro diurno Alzheimer, Centro Alzheimer di sollievo tramite Unità Valutativa
  • Gestione informatica delle cartelle individuali
     

Le prestazioni erogate dall'ADI sono: 

  • Prestazioni mediche specialistiche
  • Terapie Riabilitative e Fisiokinesiterapiche
  • Consulenze disturbi dell’alimentazione
  • Prestazioni Infermieristiche

 

Assistenza Domiciliare, RSA, Hospice

Tutte le nuove richieste devono essere effettuate su modulo unico aziendale dal Medico di Medicina Generale e/o medico specialista e consegnate al PUA (Punto Unico di Accesso), con i seguenti documenti:

  • Copia del documento di riconoscimento del paziente 
  • Copia della tessera sanitaria

Dopo la presa in carico del caso da parte del servizio, tutte le prestazioni successive non già previste nel Piano di Assistenza Individuale (PAI), come: visite specialistiche o altre prestazioni infermieristiche (prelievi ematici, medicazioni, gestione catetere vescicale, etc.) richiedono l’invio delle singole richieste del medico curante attraverso la e-mail cure intermedie@aslroma6.it o un contatto telefonico. Il servizio che se necessario convoca i familiari in sede.


Trattamenti riabilitativi - ex Art. 26

Ricezione, valutazione e autorizzazione per trattamenti riabilitativi non intensivi, in regime residenziale, semiresidenziale, domiciliare, ambulatoriale erogati nei centri accreditati ex art. 26.
La richiesta deve essere effettuata su modulo unico aziendale dal Medico di Medicina Generale e/o medico specialista e consegnata al PUA (Punto Unico di Accesso).

La richiesta di proroga va presentata presso il Servizio CAD

 

Disabilità Adulti

Valutazioni pazienti adulti con disabilità. Valutazioni, autorizzazione e proroghe per terapia riabilitativa ex art 26.

La richiesta deve essere effettuata su modulo unico aziendale dal Medico di Medicina Generale e/o medico specialista e consegnata al PUA (Punto Unico di Accesso).

 

MODALITA’ DI ACCESSO E ORARI

Accesso ordinario: attraverso il PUA (Punto Unico di Accesso):

Dimissioni protette: solo dietro richiesta diretta e formale dell’ospedale dimettente (ovvero della clinica di riabilitazione, della clinica di lungodegenza o altra struttura di ricovero) e previa convocazione al fine di valutare la fattibilità ed acquisire il consenso al Piano Assistenziale Individuale (PAI); non vale per i pazienti già dimessi, anche se in possesso di lettera per il CAD (in tal caso l’attivazione è effettuata a cura del medico di famiglia attraverso il PUA come per l’accesso ordinario).

 

DESCRIZIONE E FINALITA' DEL SERVIZIO

Le Cure Intermedie hanno come obiettivo principale l'assistenza ai soggetti fragili:

Attraverso l'ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) l’attività viene rivolta ai soggetti in condizioni di non autosufficienza, permanente o temporanea che determini l’impossibilità ad accedere alle strutture sanitarie ambulatoriali, residenti nel territorio del Distretto o con domicilio sanitario nello stesso, senza limiti di età e senza limiti di reddito;

Attraverso l’Assistenza Domiciliare ad Alta Intensità (ADIAI), che è rivolta a pazienti residenti nel territorio del Distretto, in dimissioni dai reparti ospedalieri ad alta intensità e affetti da malattie neurodegenerative, da insufficienza respiratoria cronica grave con necessità di Ventilazione Meccanica Domiciliare invasiva e non, o totalmente dipendenti da ventilatore, con operatori sanitari;

Attraverso le valutazioni per: ricoveri in RSA - Hospice - Assistenza Riabilitativa ex Art. 26.

L'Assistenza Domiciliare è un servizio territoriale attraverso il quale l'Azienda Sanitaria garantisce l'erogazione di interventi socio sanitari al domicilio del paziente per anziani non autosufficienti e per cittadini che si trovano in condizione temporanea o permanente di non autosufficienza, al fine di favorire la permanenza nel proprio ambiente familiare e sociale, riducendo così il ricorso all'ospedalizzazione impropria.

 

MODULISTICA