Ospedale dei Castelli

UOC Pediatria e Neonatologia

DIRETTORE

  • Dott.ssa Maragliano Giovanna

COORDINATORE INFERMIERE

  • De Angelis Tamara

DOVE SIAMO

La UOC di Pediatria è situata al 1° Piano dell'Ospedale.

RECAPITI

  • Reparto Pediatria: tel. 06.9327.8148 - 8151
  • Reparto Neonatologia: tel. 06.9327.8102 - 8103
     

U.O.C. PEDIATRIA

DESCRIZIONE E FINALITA' DEL SERVIZIO

La U.O. di Pediatria accoglie lattanti, bambini e adolescenti, offrendo loro un ambiente idoneo, dedicato e il più possibile umanizzato garantendo ai piccoli pazienti un'assistenza specialistica, con attenzione costante alle esigenze affettive e relazionali dei giovani degenti e dei loro familiari, offrendo ai genitori la possibilità di rimanere accanto al proprio figlio 24 ore su 24 (Rooming-in Pediatrico). Il Reparto aderisce ad iniziative locali tese allo sviluppo di momenti culturali e di clown-therapy per favorire le migliori condizioni di degenza.

Il Reparto si avvale della collaborazione interattiva dell'ABIO (Associazione bambino in Ospedale).

La Pediatria fornisce prestazioni sanitarie per i pazienti di età compresa tra il 29° giorno di vita e il 16° anno di vita, provenienti dal territorio Asl Roma 6, dai PS di altri Presidi ospedalieri e dalla nostra Accettazione Materno/ Infantile.
Nel reparto troverete un desk di accoglienza con attigua infermeria, ampie e moderne stanze di degenza, singole e doppie, complete di letto per il genitore e bagno dedicato. Il reparto è anche dotato di una sala giochi per grandi e piccini con materiale adatto ad ogni età. Le mamme dei piccoli pazienti hanno possibilità di richiedere, a pagamento, il vitto per se stesse.
 

PRESTAZIONI EROGATE

Ricovero in elezione ed in urgenza, Ricovero in DH, prestazioni ambulatoriali specialistiche.
 

MODALITA’ DI ACCESSO E ORARI

  • Ricoveri ordinari in elezione: è necessaria l’impegnativa del Medico di Medicina Generale o dello Specialista con richiesta di ricovero indicando la diagnosi; l'accesso avviene tramite Accettazione Materno Infantile (Servizio H24).
  • Ricoveri in regime di urgenza: accesso è diretto dall’Accettazione Materno Infantile (Servizio H24).
  • Prestazioni ambulatoriali: è necessaria l’impegnativa del Medico di Medicina Generale o dello Specialista, con prenotazione tramite CUP Regionale.
  • Prestazioni ambulatoriali in Dimissione protetta: tramite documentazione interna fornita ai genitori al momento della dimissione e su appuntamento.
  • L'Ambulatorio Pediatrico e Neonatale è situato al piano terra, in prossimatà del CUP.
  • L'accesso al reparto è libero durante le ore diurne; nelle ore notturne è prevista la presenza di un genitore accanto al bambino.

 

U.O.C. NEONATOLOGIA

DESCRIZIONE E FINALITA' DEL SERVIZIO

La mission della Neonatologia - Patologia Neonatale è la cura della salute del neonato, perseguita mediante interventi efficaci, nell'ottica condivisa dell’attenzione all'intero nucleo familiare del neonato ("Family-Centered Care").

La Neonatologia ha l’obiettivo di mantenere la capacità di attrazione nel” Percorso Nascita” garantendo l'elevata qualità dell’assistenza medico-infermieristica, sia per quanto riguarda il neonato fisiologico che patologico, con attenzione costante alle tematiche di “umanizzazione”, allo scopo di favorire l'approfondimento della relazione tra il neonato e la sua famiglia, con particolare riguardo alla promozione dell’allattamento al seno.

Principali attività del servizio

  • L’attività assistenziale nella Patologia Neonatale è rivolta a neonati sia interni che esterni, nati a termine e pretermine, 24 ore su 24, con patologie che richiedono assistenza intensiva e/o accertamenti diagnostici specialistici. Viene garantita l’assistenza di emergenza e d’ urgenza a neonati patologici in attesa di trasferimento (STEN). Vengono stabilizzati e curati i bambini nati tra la 34ª e la 36ª settimana di gestazione ("Late Preterm" o pretermine tardivo) che permangono in condizioni cliniche stabili.
  • E' previsto il contatto pelle a pelle ("Skin to Skin") del neonato che nasce da parto fisiologico, nelle prime 2 ore di vita.
  • I papà che lo desiderano possono condividere l'intensa emozione dell'evento della nascita del proprio figlio, rimanendo accanto alla mamma durante l'intero percorso del travaglio e del parto.
  • Il Nido, per l’assistenza al neonato fisiologico, utilizza culle poste accanto al letto della mamma, nella U.O.C. Ostetricia-Ginecologia, in modalità degenza Rooming-in. Il Rooming-in è concepito per permettere al neonato e ai suoi genitori di costituire, sin dalle prime ore di vita, un forte legame familiare, per favorire l'acquisizione delle competenze riguardanti le prime cure neonatali e l’inizio precoce dell’allattamento al seno, come previsto dai “10 passi per la promozione dell’allattamento al seno”, iniziativa promossa da UNICEF-OMS “Ospedale amico del bambino”.
  • La dimissione del neonato avviene solitamente a 48-72 ore di vita, cui fa seguito un controllo ambulatoriale ravvicinato programmato alla dimissione ed effettuato dai neonatologi/pediatri dell’U.O.C. Pediatria e Neonatologia.
  • Prima della dimissione tutti i neonati vengono sottoposti ai seguenti accertamenti:
    • Screening metabolico
    • Screening audiologico
    • Screening visivo ("riflesso rosso")
    • Screening saturimetrico delle cardiopatie congenite
    • Altri esami più specifici (ematici, radiologici, cardiologici, neurologici) vengono eseguiti in sospetto di patologie.
       
Sulla base delle indicazioni del Ministero della Salute, della Organizzazione Mondiale della Sanità, dell’UNICEF e della FNO TSRM e PSTRP, tutti i professionisti sanitari possono contribuire al miglioramento della salute pubblica promuovendo, proteggendo e sostenendo l’allattamento materno. Nello specifico, il logopedista è un professionista sanitario della riabilitazione che si occupa della valutazione e del trattamento delle funzioni orali, ovvero suzione, respirazione, deglutizione, masticazione e linguaggio, nonché della prevenzione del loro sviluppo fisiologico. Il lavoro del Logopedista in Neonatologia agisce in un’ottica preventiva e riabilitativa, pertanto già a partire dalle prime ore di vita, il Logopedista: può eseguire uno screening di valutazione del frenulo linguale nel neonato ed una valutazione della coordinazione delle varie funzioni (suzione-respirazione-deglutizione) mediante auscultazione cervicale, avendo come obiettivo l’alimentazione al seno materno o con alimentazione con latte materno estratto e somministrato con modalità alternative non interferenti con la suzione al seno, al fine di evitare la cosiddetta “nipple confusion”. può intervenire sulla prevenzione dello sviluppo fisiologico delle funzioni orali, attraverso consigli e alternative per i genitori sulla base delle evidenze scientifiche, ma allo stesso tempo nel pieno rispetto delle loro scelte. può inoltre occuparsi del follow-up successivo alla dimissione, per favorire la continuità terapeutica dall’Ospedale al Territorio e per stimolare un adeguato sviluppo nei mesi successivi, della masticazione e del linguaggio. Nel neonato pretermine o in situazioni di patologia, la valutazione logopedica permette di intercettare e stimolare una funzione orale alterata, al fine di favorire uno sviluppo morfologico, funzionale ed una crescita adeguati. Allattare al seno, ancor di più in maniera esclusiva, favorisce il mantenimento dello schema respiratorio fisiologico, ovvero la respirazione nasale, che costituisce una base importante per lo sviluppo armonico del massiccio facciale. Inoltre, sostenere e guidare i genitori nella scelta delle varie modalità e degli ausili per la somministrazione del latte materno, costituisce una parte integrante del prezioso lavoro in equipe con una rete di professionisti (infermiere, ostetrica, ginecologo, neonatologo).

 


PRESTAZIONI EROGATE

Ricovero ordinario. Prestazioni ambulatoriali specialistiche
 

MODALITA’ DI ACCESSO E ORARI

Alla Patologia Neonatale si accede attraverso ricovero urgente del neonato proveniente dalla sala parto, dalla sala operatoria di Ostetricia, dal Pronto Soccorso di altri ospedali, dall’Accettazione Materno Infantile (servizio h 24) e dagli ambulatori neonatali.

La presenza dei genitori in reparto è consentita senza limitazioni d’orario per permettere un dialogo continuo con medici ed infermieri e offrire alla famiglia la possibilità, di prendersi cura del proprio bambino sotto la supervisione dell'infermiere.