POLO OSPEDALIERO H1 - FRASCATI

UOC Odontostomatologia


DIRETTORE

  • Prof. Claudio Arcuri


COORDINATORE INFERMIERE

Gaetano Demingo


DOVE SIAMO

Ospedale San Sebastiano Via Tuscolana 2 - Padiglione 3 - piano terra 


RECAPITO

  • Tel. 06 9327 2705


DESCRIZIONE E FINALITA’ DEL SERVIZIO

L’assistenza odontoiatrica è riconosciuta come prestazione sanitaria che rientra, anche se non totalmente, nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza).
Le prestazioni odontoiatriche coperte dal SSN sono indicate nel testo contenente i criteri aggiornati dei livelli essenziali di assistenza, e si limita alle seguenti fattispecie, indicate sul sito del Ministero della Salute:

  • programmi di tutela della salute odontoiatrica nell’età evolutiva (0-14 anni);
  • determinate categorie di soggetti in condizioni di particolare vulnerabilità.

Tutta la popolazione può accedere a cure odontoiatriche tramite il SSN, anche se non rientra nelle due categorie prima indicate, se le stesse sono finalizzate all’individuazione di neoplasie del cavo orale (tumori alla bocca) o se rese necessarie da un livello di emergenza elevato, ad esempio una grave infiammazione o da una emorragia.

La normativa nazionale in materia di assistenza odontoiatrica è costituita dalla determinazione dei livelli essenziali di assistenza 
Il SSN copre prestazioni odontoiatriche rivolte a soggetti in condizioni di particolare vulnerabilità, sanitaria e sociale.
 

PRESTAZIONI EROGATE

  • Prime visite
  • Igiene e Prevenzione del Cavo Orale;
  • Conservativa ed Endodonzia;
  • Parodontologia;
  • Chirurgia; Protesi Fissa e Mobile;
  • Implantologia;
  • Gnatologia;
     

Odontoiatria conservativa
L’odontoiatria conservativa si occupa delle lesioni a carico dello smalto e della dentina dei denti (in principale modo dovuta a carie, ma anche a traumi) e della restaurazione conseguente del dente.

Igiene ed odontoiatria preventiva
E’ la branca dell’odontoiatria che si occupa della motivazione all’igiene del paziente, insegna le tecniche corrette di spazzolamento ed uso del filo interdentale. Si occupa inoltre di interventi atti a migliorare la salute orale (rimozione del tartaro, piccoli interventi parodontali).

Endodonzia
Come la conservativa si occupa delle lesioni dei denti, ma a livello della polpa all’interno degli stessi, dove risiedono le terminazioni nervose. Agisce quindi sullo svuotamento dei “canali” dei denti, sulla disinfezione e sagomatura dei canali e sul loro successivo riempimento con materiali appositi . Lo scopo è rendere impossibile la riproduzione dei batteri nei canali stessi, fallendo il quale scopo il dente è predestinato ad un granuloma, che può complicarsi successivamente in un ascesso dentario. Una endodonzia (detta anche terapia canalare) è invece la terapia primaria per eliminare granulomi, e anche cisti, (rilevabili con lastrine radiografiche endorali o ortopantomografie).

Chirurgia odontostomatologica
La chirurgia odontostomatologica si occupa delle estrazione di denti molto malati o distrutti che non è possibile salvare con altra terapia (per es con la endodonzia), estrazione di residui radicolari; rimozione di radici o di denti rimasti inclusi o semi-inclusi nell’osso come gli “ottavi in disodontiasi”; asportazione dell’apice del dente coinvolto in processi infiammatori quando non trattabili con la sola endodonzia, asportazione di cisti e piccoli tumori e neoformazioni del cavo orale. Biopsie e chirurgia orale ambulatoriale preprotesica e per ausilio ortodontico.

Protesi dentaria
Si occupa di sostituire elementi dentali mancanti con manufatti più o meno estesi. Comprende: una Protesi fissa su elementi dentari naturali e/o artificiali (v. impianti e implantologia); una protesi rimovibile parziale (quando rimpiazza solo una parte di denti assenti) o totale (quando rimpiazza una totale assenza di denti su una arcata o su entrambe, superiore ed inferiore).

Implantologia
Sostituzione di elementi dentali compromessi o già mancanti, con impianti in titanio attraverso un intervento chirurgico. A guarigione avvenuta (processo di “osteointegrazione” dell’impianto) è possibile alloggiare nell’impianto (invisibile in bocca) un perno-moncone (visibile in bocca), quest’ultimo viene utilizzato come appoggio di protesi fissa o anche di protesi rimovibile (contribuendo alla sua stabilità e ancoraggio).


MODALITA’ Di ACCESSO

Si accede tramite ricetta del Medico di Medicina Generale per prima visita previo appuntamento attraverso il CUP REGIONALE (tel. 06 9939).


ORARI AMBULATORIO

  • Dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 13:00