Elementi Navigazione

Strutture Centrali

Servizio di Prevenzione e Protezione

INDIRIZZO     

Borgo Garibaldi 12 Albano Laziale - 00041 (RM)

RESPONSABILE      

Pier Giorgio Mosca

SEGRETERIA  

Patrizia Cascianelli

RICEVIMENTO       

Martedì e giovedì ore 10.00 – 13.00

RECAPITI      

Segreteria : 06 9327 2628

Responsabile (SPP) Servizio Prevenzione e Protezione Aziendale : 06 9327 3328

Addetti SPP: 06 9327 3426

REFERENTE SITO WEB    

Pier Giorgio Mosca
email: pier.mosca@aslroma6.it

DESCRIZIONE ATTIVITA'       

Obiettivo del SPP Aziendale è di promuovere e garantire la salute e sicurezza dei lavoratori negli ambienti di lavoro, pertanto i clienti del SPP sono le figure indicate nell’art.2 D.L.gs 81/2008 e s.m.i.

Funzioni ed attività maggiori
L’attività del Servizio di Prevenzione e Protezione si articola fondamentalmente su due grandi linee operative:

  • attività istituzionale, prevista dalla legge in collaborazione con il Datore di Lavoro (Direttore Generale), in ottemperanza a quanto previsto dagli articoli 31 e 33 del D.Lgs 81/2008;
  • attività promozionale e di supporto ad altre strutture azienda.

Attività istituzionali:

  • individuazione dei fattori di rischio, valutazione degli stessi, individuazione di idonee misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, relativamente alle specifiche conoscenze dell’organizzazione aziendale;
  • elaborazione, per quanto di competenza di misure preventive e protettive;
  • elaborazione di procedure di sicurezza;
  • proposte di programmi di formazione e informazione;
  • partecipazione a consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori;
  • fornitura ai lavoratori, attraverso i loro rappresentanti, di tutte le informazioni utili e specifiche inerenti la salute e la sicurezza degli stessi;
  • partecipazione ai sopralluoghi indetti dai Medici competenti, con stesura di relazione tecnica di competenza.

Attività promozionali:

  • studio della organizzazione del lavoro;
  • proposta di modelli per l’analisi e descrizione dei processi produttivi;
  • raccolta, analisi, valutazione dei dati infortunistici;
  • predisposizione della documentazione relativa alle malattie professionali per strutture aziendali ed extra-aziendali;
  • coinvolgimento, spesso governo, delle prescrizioni imposte dagli organi di vigilanza;
  • coinvolgimento in attività di gruppi regionali, con coordinamento di gruppi di interesse specifico;
  • partecipazione alle sperimentazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro, svolte nell’ambito dell’Università
  • effettuazione di indagini ambientali;
  • formazione/informazione in materia di sicurezza.